Files digitali. Li consegno oppure no?

6 months ago

Per noi fotografi ci sono scogli enormi da dover superare oppure “addomesticare” in qualche modo.
Uno di questi è rappresentato sicuramente dal LISTINO e nello specifico dalla tipica domanda: questi benedetti file digitali, li consegno oppure no?

Qualunque risposta tu voglia dare a questa domanda, sappi che non è sbagliata, se è la TUA risposta e non l’hai scopiazzata dal business model del tuo collega.

Te lo dico perché io feci proprio così. Tutti i colleghi di grande esperienza lavoravano in questo modo e io da caprone ho scelto di fare uguale. Pessima idea fu 🙂
Come ho detto poco sopra, qualunque sia la tua scelta, è corretta, ma solo se la decisione l’hai presa TU in accordo con quello che è il tuo modo di lavorare.

In questa email non starò qui a disquisire su quali siano i pro e i contro di entrambe le scelte, voglio solo farti sapere come la penso a riguardo.

Io credo che in ogni listino ciò che conta sia il numerino in basso a destra che porti a casa, ovviamente al netto dei costi di prodotti ecc.

Questo modo di vedere le cose ti semplifica la vita e ti permette di avere un atteggiamento più rilassato nei confronti del tuo listino. Puoi smettere di averne paura e puoi cominciare a prenderci confidenza.

Il tuo focus deve essere il tuo margine. STOP. Tutto quanto avviene prima e lo determina non ha importanza (non è vero ma lo vedremo tra poco).

Dare o non dare i files è solo un modo oppure un altro di ottenere quel numerino.
Inserire o non inserire prodotti è solo un modo oppure un altro di ottenere quel numerino.
Inglobare o separare la sessione è solo un modo oppure un altro di ottenere quel numerino.

Ciò che ti deve guidare è il margine che devi ottenere. Quel numerino, insomma.

Non esiste IL LISTINO corretto, e tutti gli altri no.

Io ho frequentato diversi workshop in questi anni e tutte queste grandi fotografe lavoravano in modo completamente diverso tra loro….Ti senti un po’ più rilassato? Adesso puoi ricucire i rapporti con il tuo listino.

E’ chiaro che tutto quanto sta “nel corpo” di un listino determinerà il modo in cui lavorerai e il tempo necessario ad evadere ogni singolo cliente. Prima ho scritto che il modo in cui generi il tuo margine non ha importanza, ma questa cosa non è del tutto vera.

Se offri prodotti stampati infatti non puoi non sapere che questi:

  • Vanno proposti
  • Vanno preparati
  • Vanno ordinati
  • Vanno controllati al loro arrivo
  • Vanno consegnati al cliente

E tutte queste cose richiedono tempo e il tempo è denaro, quindi il loro costo DEVE includere anche il tempo che spendi per poter erogare quel servizio.

Ciò detto la scelta è tua, e finalmente può (e deve anche) rispecchiare la filosofia con la quale fai il tuo lavoro.

C’è ad esempio chi non rinuncerebbe mai ad offrire prodotti stampati e anzi obbliga in qualche modo il cliente a prenderli. Altri che invece preferiscono un flusso di lavoro più snello e veloce.

Con i files è la stessa cosa.

Consegnarli non è un delitto, basta che te li paghino il giusto e il prezzo giusto è quello che NON incassi NON vendendo la relativa stampa.

Ora hai capito quale deve essere il tuo FOCUS, e ora che lo sai forse ti sarà un po’ più semplice creare il tuo listino.

Ma voglio che tu capisca molto bene una cosa, perché è importante: non è il listino che determina il tuo successo o il tuo fallimento.
Se non funzioni a dovere non è perché hai un listino sbagliato. Non fare l’errore che ho fatto io per anni e cioè di modificare in continuo il listino pensando che il problema fosse lì.

Nei corsetti di marketing dedicati ai fotografi che ho frequentato io lo mettevano perfino a programma: “come creare un listino efficaceMa che stai scrivendo!!
Per farti capire quanto è diverso Il Metodo Aluffi, il primo corso di marketing per fotografi di famiglia in Italia, ti dico solo che in tutti i sei mesi di corso NON si parla mai di listino, perché questo assume valore relativo nel mio sistema di vendita.

Io mi preoccupo di quanto fai PRIMA di mostrarlo al cliente. Quello sì che determina il tuo successo oppure il tuo fallimento.

Ah, lo trovi QUI.

Mauro Aluffi

About the Author

Mauro Aluffi

Sono un fotografo di famiglia da circa dieci anni, titolare di due studi fotografici in Piemonte. Attraverso il blog METODO ALUFFI condivido la mia esperienza sul campo aiutando i fotografi imprenditori a sviluppare il proprio sistema di marketing, specifico per chi si occupa di fotografia per bambini.

Follow Mauro Aluffi:

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required