Fotografi

Non è possibile continuare a lavorare così…

 Luglio 22, 2019

By  Mauro Aluffi

Guardate qua che scempio, un insulto per tutta la categoria.

Hai presente quei post che compaiono ogni tanto su Facebook dove il collega scandalizzato di turno inneggia alla Jihad contro l’altro che offre il proprio lavoro ad un prezzo ridicolo, con tanto di screenshot?

Bene. Ora, hai presente la marea di capro-commenti che ne segue dove si “spieca” con occhi iniettati di sangue che:

  • il nostro lavoro è prezioso
  • non dobbiamo essere i primi a svalutarci
  • così danneggiano la categoria
  • è gente che raschia il fondo del barile
  • non ci guadagneranno una mazza
  • e una marea di stronzate che non finisce più?

Ok, ma ti dico una cosa: gli stupidi NON SONO sempre gli altri.

Ciò che succede attorno a quei post è uno dei motivi che mi ha spinto a creare i miei corsi di marketing,
Perché danno evidenza all’ignoranza imperante che aleggia sopra la nostra categoria in termini di business.

Premesso che ci sono davvero personaggi che offrono servizi a pochi euro senza una vera e propria strategia di prezzo nascosta dietro, molte delle volte chi fa manovre del genere è più intelligente di chi perde 10 minuti del suo tempo scrivendo un post su Facebook cercando l’approvazione di altri colleghi scandalizzati con i quali sfogare la propria rabbia.

Non saper riconoscere un “front end” è un peccato capitale per una persona che vuole vivere e mangiare vendendo i propri servizi.

Ma cos’è un front end?

E’ il modo figo di dire “specchietto delle allodole” in pratica un prodotto a basso prezzo (a volte anche a pareggio) che attiri il cliente all’ interno del tuo sistema di vendita, cercando di marginare su un prodotto collegato “Cross-Sell” o sulla sua versione superiore “Up-Sell”.

E’ una pratica suicida se non ti sai fare bene i conti, ma è il sistema con il quale sto lavorando negli ultimi 6 mesi (a parte quando i colleghi mi fanno dei regali, ma ne parleremo in un altro articolo).

Parlando di numeri infatti ti posso garantire che facendo un calcolo preciso nel periodo che va da Ottobre ad Aprile, il mio tasso di conversione con questo sistema è stato del 632%.

In pratica spendo 1€ e ne porto a casa 6,32. Conti alla mano, niente balle da marchettaro che inventa cose.
Se vuoi vedere i miei conti scrivimi che ti mando l’excel senza alcun problema.

Ripeto, così’ sono sicuro tu abbia capito: spendo 1€ e ne porto a casa 6,32€.

E questo avendo a che fare con la tipologia di potenziali clienti PEGGIORE che tu possa trovare: quelli pescati su Facebook, quindi assolutamente inconsapevoli del mio lavoro e di chi sono.
Ora, secondo te, adesso che so che spendendo 1€ ne porto a casa 6 cosa pensi che faccia? Dai che è facile…ne spendo 2 naturalmente!
Capisci cosa intendo quando dico che occorre misurare sti cavolo di risultati al centesimo? 

Molto semplice quindi: Facebook Ads–>Prodotto di front end–>Marketing interno–>Up- Sell su servzio Newborn e prodotti correlati.

E’ un grande assist che ti faccio, ma non ne abusare se non sai esattamente cosa stai facendo. Dove leggi “marketing interno” quello è il segreto del suo successo. Come è il tuo marketing interno?
Non fare l’asino che replica senza capire. Se hai il buon cuore di leggere questo BLOG credo tu abbia un minimo di cervello, non farmi ricredere 😊

L’unico rovescio della medaglia è la mandria di colleghi scandalizzati che ti ritrovi perché non capiscono una minchia di cosa stai facendo. Però tu fatturi e loro “Bites the Dust” come diceva Freddy Mercury. 
Un buon cane pastore in questi casi risolve tutto.

Ora parliamoci chiaro , sappiamo entrambi che questo risultato è frutto di tante cose:

  • del sistema con il quale processo i miei clienti
  • dei miei materiali scritti in copy
  • della forza del mio marchio sul territorio
  • e di alcune restrizioni alle quali obbligo i miei clienti per aderire all’offerta (ad esempio essere obbligati ad ordinare il mio materiale a casa prima dell’incontro in studio)

ed è probabile che tu domani non possa ottenere un +632%, me lo concedi?
Io però direi che se fosse un +100% sarebbe già un grande risultato, no?

Come ben puoi immaginare, il mio metodo insegna proprio questo (se non sbaglio proprio nella prossima lezione”)
Abbiamo il tempo, abbiamo lo spazio e abbiamo le competenze adesso, per creare una struttura (magari all’inizio semplice) con la quale andare all’attacco.

Se nei prossimi mesi quindi vedi il tuo competitor uscire con offerte che non comprendi, invece di sprecare 10 minuti del tuo tempo a lamentarti su Facebook, ricordati di questo articolo e del fatto che forse non è così stupido come credi 😉

Chi è che scrive?


Sono un fotografo di famiglia da circa dieci anni, titolare di due studi fotografici in Piemonte. Attraverso il blog METODO ALUFFI condivido la mia esperienza sul campo aiutando i fotografi imprenditori a sviluppare il proprio sistema di marketing, specifico per chi si occupa di fotografia per bambini.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
>

Una consulenza GRATUITA di due giorni, direttamente nel tuo studio?

Lo studio che beneficerà della consulenza gratuita verrà scelto dal sottoscritto in modo arbitrario e senza attribuzione di alcuna vincita o premio.

  • Analisi strategica
  • Materiale cartaceo
  • Comunicazione